STERZI
COLLEZIONI MARIO PEDRALI  
STERZI
STERZI     STERZI    
  CHI SIAMO
  DOVE SIAMO
STORIA DI UN MITO
  I MODELLI
  IL MOTORE
  IL TELAIO
  I RECORD
  PHOTO GALLERY
  EVENTI
   
  CONTATTI
  HOME
   
 
 
Privacy Cookie Policy
LE MACCHINE DA SCRIVERE
 
STORIA DI UN MITO - 1951 La Trasformazione
 

Dovendo scegliere l’anno che rappresentò la chiave di volta nella storia della Sterzi, dobbiamo arretrare al 1949, anno ricco di grandi novità.

La prima riguarda il cambio della sede, con il trasferimento a Cologne (Brescia). Una scelta che fu legata a esigenze di maggiori elasticità e funzionalità. La scelta di uno stabilimento più grande coincide con il potenziamento della gamma di moto prodotte. Alla "Turismo", che pure resta in produzione, vengono affiancate la "Turismo Lusso" e la " Sport". Si tratta di modelli che con il precedente condividono solamente il motore a due tempi e il telaio monotrave e, a proposito di questi due modelli, si può parlare a pieno diritto di esemplari assolutamente inediti.

Una particolare attenzione merita la nuova versione della "Turismo" con cui Sterzi cerca di offrire alla clientela un mezzo più performante. Alcuni dati per avere un’idea dell’incremento di prestazioni: si passa ad una potenza massima di 5,8 cavalli a 5.700 giri/minuto. Il tutto consente di raggiungere una velocità massima di 90 chilometri orari. Testa e cilindro restano in lega leggera e ghisa, ma presentano una diversa alettatura (più estesa così da disperdere al meglio il maggior calore).

Tra le modifiche, in dettaglio, del nuovo modello è da segnalare un diverso aggancio degli attacchi della sella sul telaio come pure la forma del serbatoio.

 
<< indietro
pag. 3 di 9
 
 
COLLEZIONE MARIO PEDRALI Museo San Fedele
Piazza V.Rosa - Palazzo Zamara - Palazzolo Sull’Oglio (BS) Tel. +39 335 6082376 info@collezionipedrali.it